Introduzione: È stato pubblicato in G.U. n. 60 del 12.03.2012 l’Accordo Stato-Regioni del 22.02.2012 n. 53, inerente le attrezzature di …

3

Apr'23

PRIVATO
Introduzione:
  • È stato pubblicato in G.U. n. 60 del 12.03.2012 l’Accordo Stato-Regioni del 22.02.2012 n. 53, inerente le attrezzature di lavoro (Art. 73 c. 5 del D.Lgs. 81/08) per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori. La data di entrata in vigore dell’Accordo è il 12.03.2013. Le attrezzature specifiche sono: A. Piattaforme di lavoro mobili elevabili - B. Gru a torre - C. Gru mobile - D. Gru per autocarro - E. Carrelli elevatori semoventi con operatore a bordo - F. Trattori agricoli o forestali - G. Macchine movimento terra - H. Pompa per cls.
Destinatari:
  • Soggetti che svolgono attualmente o intendano svolgere durante la propria attività lavorativa la movimentazione dei carichi mediante l’utilizzo dei muletti e pertanto necessitano di una formazione specifica in merito a un corretto impiego dei Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo:
  • Carrelli semoventi a braccio telescopico: carrelli elevatori a contrappeso dotati di uno o più bracci snodati, telescopici o meno, non girevoli, utilizzati per impilare carichi. Il dispositivo di sollevamento non deve essere girevole o comunque non deve presentare un movimento di rotazione maggiore di 5° rispetto all'asse longitudinale del carrello.
  • Carrelli industriali semoventi: qualsiasi veicolo dotato di ruote (eccetto quelli circolanti su rotaie) concepito per trasportare, trainare, spingere, sollevare, impilare o disporre su scaffalature qualsiasi tipo di carico ed azionato da un operatore a bordo su sedile.
  • Carrelli/Sollevatori/Elevatori semoventi telescopici rotativi: attrezzature semoventi dotate di uno o più bracci snodati, telescopici o meno, girevoli, utilizzate per movimentare carichi ed azionate da un operatore a bordo su sedile.
Target:
  • Corso obbligatorio costituente prima formazione su temi specifici.
  • Il percorso formativo è soggetto a normativa specifica di riferimento con indicazioni su: soggetti formatori, durata, requisiti dei docenti, modalità di valutazione, numero massimo di partecipanti, indicazioni su metodologia didattica e modalità e-learning.
Riferimenti normativi:
  • D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i. - art. 73, comma 5.
  • Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 n. 53.
Soggetto formatore:
  • Orientamento Group srl quale Ente di formazione accreditato in conformità al modello di accreditamento definito in ogni Regione e Provincia autonoma ai sensi dell’intesa sancita in data 20 marzo 2008 (punto 2, lettera b dell’Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 n. 128) e pubblicata su GURI del 23 gennaio 2009:
    • Inserito nell'elenco degli Organismi accreditati per la formazione professionale presso la Regione Siciliana per attività di formazione continua e permanente con DDS n. 1620 del 5 dicembre 2022 (ex DDG n. 3007 del 17 maggio 2017 e per attività finanziate con DDG n. 6325 del 14 agosto 2017) con numero CIR BHO087.
    • Inserito nell'Elenco Regionale dei Soggetti Formatori ai sensi del paragrafo 1.3 del D.A. n. 1619 del 8 agosto 2012, con Decreto n. 132/17.
    • Sistema di gestione della Qualità in conformità con i requisiti dello standard ISO 9001:2015 per i settori EAC: 29, 35, 37 e certificato "Quality Austria" con n. AT-27904/0 dal 15 luglio 2022.
Docenti:
  • Le docenze verranno effettuate, con riferimento ai diversi argomenti, da docenti in possesso dei requisiti previsti dal decreto interministeriale 6 marzo 2013, emanato in attuazione dell’articolo 6, comma 8, lettera m-bis, del d.lgs. n. 81/2008, entrato in vigore il 18 marzo 2014, con esperienza documentata almeno triennale sia nella formazione che nel settore della sicurezza e da personale con esperienza pratica professionale documentata, sempre triennale, nelle tecniche di utilizzazione delle attrezzature trattate.
Metodologia di insegnamento e apprendimento:
  • Le indicazioni metodologiche per la progettazione e la realizzazione del corso formativo – compreso quello di aggiornamento - sono quelle riportate nell’Accordo CSR del 22 febbraio 2012 n. 53.
  •  Le metodologie didattiche utilizzate avranno carattere operativo e fortemente orientato a privilegiare quelle metodologie "attive", che comportano la centralità dell'allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini:
  • Sarà garantito un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali;
  • Saranno previste dimostrazioni e prove pratiche, nonché simulazione dì gestione autonoma da parte dell’allievo dell’attrezzatura nelle condizioni di utilizzo normali e anormali prevedibili (guasto, ad es.), comprese quelle straordinarie e di emergenza;
  • Saranno favorite, nei limiti specificati al successivo punto, metodologie di apprendimento innovative, anche in modalità e-Learning e con ricorso a linguaggi multimediali, che consentano, ove possibile, l’impiego degli strumenti informatici quali canali di divulgazione dei contenuti formativi, anche ai fini di una migliore conciliazione tra esigenze professionali e esigenze di vita personale dei discenti e dei docenti.
  •  Al termine del corso verrà proposto un apposito questionario per la valutazione finale da parte dei partecipanti affinché possano esprimere un giudizio sui diversi aspetti del corso appena concluso.
E-Learning:
  •  La metodologia e-learning è da considerarsi valida solo esclusivamente per la parte di formazione generale concernente rispettivamente i moduli giuridico-normativo e tecnico di cui agli allegati III e seguenti e sempre che ricorrano le condizioni di cui all’allegato II dell’Accordo CSR del 22 febbraio 2012 n. 53, nel rispetto di alcune condizioni: formazione svolta in orario di lavoro; presenza di un documento di presentazione del corso con le informazione previste dall’accordo; disponibilità di un tutor con esperienza triennale; tracciabilità della durata del corso; disponibilità di materiale didattico chiaro ed adeguato ai partecipanti; prove in itinere in presenza telematica (se possibile).
  •  Le verifiche finali vanno effettuate in presenza.
Organizzazione:
  • Il percorso formativo è strutturato in due distinti moduli (giuridico-normativo e tecnico), comuni alle varie tipologie di Carrelli elevatori utilizzati, ed un terzo modulo (pratico) di specializzazione per la tipologia utilizzata.
  •  Il percorso formativo è finalizzato all'apprendimento di tecniche operative adeguate per utilizzare in condizioni di sicurezza le attrezzature di che trattasi.
  • Il modulo giuridico - normativo di cui ai singoli allegati del presente Accordo deve essere effettuato una sola volta a fronte di attrezzature simili. Esso è riconosciuto come credito formativo per i corsi di specifica abilitazione di altre attrezzature di lavoro simili.
  •  La prova pratica si svolgerà presso il Centro di Addestramento “Campus Orientamento”, una delle prime strutture in Italia, specializzata nella formazione e nell’addestramento degli operatori all’uso di macchine ed attrezzature in genere.
Durata:
  • La durata complessiva (escluse le verifiche di apprendimento intermedie e finali) è di 16 ore per Carrelli industriali semoventi, Carrelli semoventi a braccio telescopico e Carrelli sollevatori, elevatori semoventi telescopici.
Obiettivi:
  • Fornire una formazione specifica in merito a un corretto impiego dell’attrezzatura di lavoro. Ridurre i costi di gestione del carrello. Diminuire il numero di movimentazioni. Migliorare l’utilizzo degli spazi e il livello di manutenzione del Carrello.
Articolazione dei contenuti minimi:
  • Modulo giuridico normativo (1 ora):
    • Presentazione del corso.
    • Legislazione vigente in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni in materia di uso delle attrezzature di lavoro.
    • Responsabilità dell’operatore.
  • Modulo tecnico (7 ore):
    • Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso.
    • Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi: caduta del carico, rovesciamento, ribaltamento, urti delle persone con il carico o con elementi mobili del carrello, rischi legati all’ambiente (ostacoli, linee elettriche, ecc.), rischi legati all’uso delle diverse forme di energia (elettrica, idraulica, ecc.).
    • Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo.
    • Stabilità (concetto del baricentro del carico e della leva di primo grado).
    • Linee di ribaltamento.
    • Stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello e dell’ambiente di lavoro (forze centrifughe e d'inerzia). Portata del carrello elevatore.
    • Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti.
    • Meccanismi, loro caratteristiche, loro funzione e principi di funzionamento.
    • Componenti principali: forche e/o organi di presa (attrezzature supplementari, ecc.).
    • Montanti di sollevamento (simplex - duplex - triplex - quadruplex - ecc., ad alzata libera e non).
    • Posto di guida con descrizione del sedile, degli organi di comando (leve, pedali, piantone sterzo e volante, freno di stazionamento, interruttore generale a chiave, interruttore d'emergenza), dei dispositivi di segnalazione (clacson, beep di retromarcia, segnalatori luminosi, fari di lavoro, ecc.) e controllo (strumenti e spie dì funzionamento).
    • Freni (freno di stazionamento e di servizio).
    • Ruote e tipologie di gommature: differenze per i vari tipi di utilizzo, ruote sterzanti e motrici.
    • Fonti di energia (batterie di accumulatori o motori endotermici).
    • Contrappeso.
    • Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all'ambiente.
    • Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione.
    • Sistemi di protezione attiva e passiva.
    • Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità.
    • Portate (nominale/effettiva).
    • Illustrazione e lettura delle targhette, tabelle o diagrammi di portata nominale ed effettiva.
    • Influenza delle condizioni di utilizzo sulle caratteristiche nominali di portata.
    • Gli ausili alla conduzione (indicatori di carico e altri indicatori, ecc.).
    • Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche (stato generale e prova, montanti, attrezzature, posto di guida, freni, ruote e sterzo, batteria o motore, dispositivi di sicurezza).
    • Illustrazione dell'importanza di un corretto utilizzo dei manuali di uso e manutenzione a corredo del carrello.
    • Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione.
    • Segnaletica di sicurezza nei luoghi di lavoro.
    • Procedura di sicurezza durante la movimentazione e io stazionamento del mezzo.
    • Viabilità: ostacoli, percorsi pedonali, incroci, strettoie, portoni, varchi, pendenze, ecc.
    • Lavori in condizioni particolari ovvero all’esterno, su terreni scivolosi e pendenze e con scarsa visibilità.
    • Nozioni di guida.
    • Norme sulla circolazione, movimentazione dei carichi, stoccaggio, ecc..
    • Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida del carrello ed in particolare ai rischi riferibili: a) all'ambiente di lavoro; b) al rapporto uomo/macchina; c) allo stato di salute del guidatore.
    • Nozioni sulle modalità tecniche, organizzative e comportamentali e di protezione personale idonee a prevenire i rischi.
  • Modulo pratico per Corso cumulativo per Carrelli industriali semoventi, Carrelli semoventi a braccio telescopico e Carrelli sollevatori, elevatori semoventi telescopici (8 ore):
    • Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze.
    • Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello.
    • Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.).
Valutazione degli apprendimenti:
  • Al termine dei due moduli teorici (al di fuori dei tempi previsti per i moduli teorici) si svolgerà una prova intermedia di verifica consistente in un questionario a risposta multipla. Il superamento della prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte, consentirà il passaggio ai moduli pratici specifici. Il mancato superamento della prova comporta la ripetizione dei due moduli.
  • Al termine di ognuno dei moduli pratici (al di fuori dei tempi previsti per i moduli pratici) avrà luogo una prova pratica di verifica finale, consistente nell’esecuzione di almeno 2 delle prove di cui al programma. Tutte le prove pratiche per ciascuno dei moduli pratici devono essere superate. Il mancato superamento della prova di verifica finale comporta l'obbligo di ripetere il modulo pratico.
  •  L’elaborazione di ogni singola prova è competenza del relativo docente, supportato dal responsabile del progetto formativo.
Attestazioni:
  • L'esito positivo delle prove di verifica intermedia e finale, unitamente a una presenza pari ad almeno il 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell'attestato di abilitazione contenente gli elementi comuni previsti dall’Accordo CSR del 22 febbraio 2012 n. 53, a cura di Orientamento Group srl, quale Soggetto formatore.
  • L’accertamento dell’apprendimento, tramite le varie tipologie di verifiche intermedie e finali, viene effettuato dal responsabile del progetto formativo o da un docente da lui delegato che formula il proprio giudizio in termini di valutazione globale e redige il relativo verbale da trasmettere alle Regioni e Province Autonome competenti per territorio, al fine di costituire uno specifico registro informatizzato.
  • Le Regioni e le Provincie autonome riconoscono reciprocamente gli attestati rilasciati nei rispettivi territori.
  • Le competenze acquisite a seguito dello svolgimento delle attività di formazione sono registrate nel libretto formativo del cittadino (di cui all’art.2, comma 1, lettera i) del D.Lgs 10 settembre 2003, n. 276, approvato con D.M. 10 ottobre 2005 del Ministero del lavoro e delle politiche sociali), se concretamente disponibile in quanto attivato nel rispetto delle vigenti disposizioni.
Aggiornamenti:
  •  L'abilitazione deve essere rinnovata entro 5 anni dalla data di rilascio dell’attestato di abilitazione di cui, previa verifica della partecipazione a corso di aggiornamento.
  • Il corso di aggiornamento ha durata minima di 4 ore, di cui almeno 3 ore sono relative agli argomenti dei moduli pratici, di cui agli allegati dell’Accordo CSR del 22 febbraio 2012 n. 53 e seguenti.
Iscrizione:
  • Il corso è a numero chiuso per un massimo di 24 partecipanti, pertanto le iscrizioni saranno accettate fino ad esaurimento dei posti disponibili. L’eventuale pre-iscrizione dovrà essere confermata mediante l’invio della scheda d’iscrizione, unitamente alla copia della disposizione di pagamento, almeno 7 giorni prima dell’inizio del corso, diversamente non sarà garantita l’accettazione dell’iscrizione.
  • In caso di eventuali rinunce non pervenute per iscritto almeno sette giorni prima dell’inizio del corso sarà addebitato il 50% della quota di partecipazione.
  • L’organizzazione si riserva di annullare il corso o di modificare il programma, dandone tempestiva comunicazione agli iscritti unitamente alla restituzione della quota di partecipazione.
Requisiti partecipanti:
  •  Conoscenza della lingua italiana, scritta e parlata. Ove la formazione riguardi lavoratori immigrati, essa avviene previa verifica della comprensione e conoscenza della lingua veicolare utilizzata nel percorso formativo.
  • Età maggiore di 18 anni.
  • Idoneità medica allo svolgimento della mansione.
  • Il partecipante, con la compilazione della scheda di preiscrizione, dichiara di aver preventivamente verificato i requisiti di idoneità allo svolgimento di questa attività formativa rispetto gli standard richiesti dalle vigenti normative nazionali, dagli standard regionali e quelli disposti dall’Ente di formazione stesso, sollevando Orientamento da ogni responsabilità cagionata da eventuali dichiarazioni false o mendaci.
Orario di svolgimento:
  • Le sessioni didattiche saranno svolte normalmente nei giorni dal lunedì al venerdì - durante l’orario di lavoro - dalle ore 9.00 alle 13.00 oppure dalle ore 14.00 alle 17.30. Il ricorso al sabato è sconsigliato, se non per dettate e specifiche esigenze aziendali o dei lavoratori.
Sede di svolgimento:
  • La formazione teorica deve essere erogata possibilmente all’esterno del contesto produttivo dell’impresa, pertanto l’aula formativa di Orientamento rappresenta il luogo migliore dove realizzarla. In tal caso il corso si svolgerà, in base alla preferenza dei partecipanti, presso le nostre sedi formative attrezzate dislocate sul territorio nazionale, sulla base del calendario predisposto per ciascun corso.
  •  Relativamente alle attività pratiche queste saranno di norma svolte presso uno dei Campus Orientamento, attrezzato e dislocato sul territorio nazionale, in grado di rispondere ai requisiti previsti dall’Allegato I dell’Accordo CSR del 22 febbraio 2012 n. 53, ovvero essere disponibile:
  • Un’area opportunamente delimitata con assenza di impianti o strutture che possano interferire con l’attività pratica di addestramento e con caratteristiche geotecniche e morfologiche (consistenza del terreno, pendenze, avvallamenti, gradini, ecc.) tali da consentire, in sicurezza rispetto ad una valutazione globale dei rischi, l’effettuazione di tutte le manovre pratiche previste al punto “Valutazione” per ciascuna tipologia di attrezzatura.
  • I carichi, gli ostacoli fissi e/o in movimento e gli apprestamenti che dovessero rendersi necessari per consentire l’effettuazione di tutte le manovre pratiche previste al punto “Valutazione” per ciascuna tipologia di attrezzatura.
  • Le attrezzature e gli accessori conformi alla tipologia per la quale viene rilasciata la categoria di abilitazione ed idonei (possibilità di intervento da parte dell’istruttore) all’attività di addestramento o equipaggiati con dispositivi aggiuntivi per l’effettuazione in sicurezza delle attività pratiche di addestramento e valutazione.
  • I dispositivi di protezione individuale necessari per l’effettuazione in sicurezza delle attività pratiche di addestramento e valutazione. Essi dovranno essere presenti nelle taglie/misure idonee per l’effettivo utilizzo da parte dei partecipanti alle attività pratiche.
  •  Qualora la struttura richiedente è in grado di disporre di una area idonea ai requisiti richiesti, Orientamento può organizzare anche la parte pratica direttamente presso l’Organizzazione.
Partecipazione al corso:
  • La partecipazione al corso, secondo quanto disposto dall’art. 37, comma 12 del D.Lgs 81/08, non dovrà comportare oneri economici per i lavoratori. I costi sostenuti per l’attività di formazione rientrano tra i costi deducibili.
Convenzioni:
  • Orientamento è a disposizione di Associazioni, Enti pubblici, Studi o Società per la stipula di particolari convenzioni per l’organizzazione e la gestione dei corsi. In tal caso il costo complessivo dovrà essere concordato con la struttura richiedente in quanto potrà subire variazione in base alle condizioni contrattuali concordate.
Archivio generale della formazione:
  •  Il Fascicolo del corso contenente tutti i documenti del corso sarà conservato nell’archivio del Soggetto Formatore secondo le procedure interne del sistema qualità e le modalità stabilite dall’Accordo CSR del 22 febbraio 2012 n. 53.
Garanzia di riservatezza:
  • Ai sensi della normativa vigente in materia di Protezione dei dati personali (Regolamento UE 679/2016 - GDPR), si garantisce la riservatezza dei dati raccolti e la possibilità di richiederne la rettifica o la cancellazione scrivendo a: Orientamento Group srl, Piazza XXV Aprile, n. 7 – 98057 Milazzo (Me). Tali dati saranno custoditi nel proprio archivio e verranno utilizzati al solo scopo di inviare, con le modalità ritenute più idonee, tutte le informazioni inerenti le iniziative organizzate dalla società.
  •  La società è altresì autorizzata ad utilizzare le immagini fotografiche e video riprese durante il corso e, ai sensi dell’art. 96 della L.633/91.
Corsi della Categoria:
  • Corso di formazione ed addestramento per gli Operatori di Carrelli industriali semoventi.
  • Corso di formazione ed addestramento per gli Operatori di Carrelli semoventi a braccio telescopico.
  • Corso di formazione ed addestramento per gli Operatori di Carrelli sollevatori, elevatori semoventi telescopici rotativi.
  • Corso di formazione ed addestramento per gli Operatori di Carrelli industriali semoventi - Carrelli semoventi a braccio telescopico - Carrelli sollevatori, elevatori semoventi telescopici rotativi.
© Campus Orientamento. Tutti i diritti riservati. | Powered by Ieeng Solution s.r.l.